Domenica 31 Maggio 2020

  • 16305
  • 3 minuti

Decreto Scuola, le modifiche approvate dal Senato

Il Nuovo Decreto Scuola, approvato il 6 aprile 2020 dal Consiglio dei Ministri, è stato licenziato con modifiche dal Senato, il 28 maggio. Ora l'esame passa alla Camera per l'ok definitivo. Il testo affronta i nodi in tema di istruzione legati all’emergenza coronavirus. Molte le novità importanti introdotte dalla discussione nelle commissioni.

Nuovo Decreto Scuola, le novità introdotte dal Senato

Il 6 aprile 2020 il Consiglio dei Ministri ha approvato il nuovo Decreto Scuola, che si aggiunge a quello licenziato alla fine del 2019. Il 28 maggio 2020, il Decreto, è stato approvato anche dal Senato, con voto di fiducia ed ora è al vaglio della Camera dei Deputati. I senatori, però, hanno apportato importanti modifiche rispetto al testo iniziale.

Il testo del Decreto Scuola approvato dal Senato

In particolare, le principali novità riguardano:

  • Graduatorie d'istituto (trasformate in provinciali) di II e III fascia;
  • Concorso straordinario per l'immissione in ruolo di docenti della scuola secondaria;
  • TFA per il sostegno V ciclo.

Graduatorie provinciali di II e III fascia

Già da tempo, per le graduatorie di istituto di II e III fascia era previsto un cambio: trasformazione in graduatorie provinciali e riapertura e aggiornamento nel 2020, con decorrenza dall'anno scolastico 2020/2021 (e per un triennnio). Poi il Ministero aveva deciso di rinviare tutto di un anno, pressato dall'emergenza COvid-19, suscitando le proteste degli aspiranti docenti. Ora un altro dietrofront: le nuove graduatorie partiranno già dal 2020/2021, quindi saranno riaperte, aggiornate e trasformate in provinciali entro l'estate (date precise e modalità, però, non ci sono ancora). La novità è che avranno durata solo biennale, cioè per gli anni scolastici 2020/2021 e 2021/2022. In questo modo si riallineeranno alle graduatorie ad esaurimento (il cui aggiornamento non verrà più anticipato al 2021, come previsto in un primo momento).

La guida completa alle graduatorie di II e III fascia

Concorso straordinario scuola secondaria

Doppia novità per il concorso straordinario finalizzato a immettere in ruolo docenti con almeno tre anni di servizio. La procedura si svolgerà nell'anno scolastico 2020/2021 e l'immissione in ruolo diventerà effettiva dal 2021/2022. La decorrenza giuridica, però, sarà comunque dal 1° settembre 2020. Inotlre, la prova scritta non sarà più un test a risposta multipla ma strutturata con questiti a risposta aperta. Tutti i dettagli nella guida sul concorso straordinario scuola secondaria.

Tutte le guide di Asnor sui concorsi docenti 2020 le trovi qui

TFA per il sostegno V ciclo

Novietà anche per coloro che vogliono conseguire il titolo di specializzazione per diventare insegnanti di sostegno. A partire dal V ciclo del tirocinio formativo attivo (TFA), coloro che hanno già prestato almeno 3 annualità di servizio (negli ultimi 10 anni), accedono direttamente alle prove scritte,s enza dover affrontare le preselettive. 

Le altre novità: carte del docente, giudizi nella scuola primaria e percorsi abilitanti

Il testo del Decreto uscito dal Senato è poi costellato di tante piccole (e grandi) novità, con meno eco rispetto a quelle elencate fino ad ora ma non meno importanti:

  • nella scuola primaria, ad esempio, dal prossimo anno scolastico torneranno i giudizi descrittivi al posto dei voti numerici;
  • la Carta del Docente potrà essere utilizzata anche per acquistare servizi di connettività (finalizzati alla realizzazione della didattica a distanza, se dovesse di nuovo servire);
  • verrà istituito un tavolo di lavoro per progettare periodici percorsi abilitanti per l'insegnamento;
  • i ragazzi con disabilità che non hanno raggiunto gli obiettivi didatti e di inclusione per l'autonomia, su richiesta delle famiglie e previo parere positivo del consiglio di classe e del gruppo di lavoro operativo, potranno essere reiscritti allo stesso anno del percorso di studi, anche nel 2020/2021.

Cosa resta del Decreto Scuola del 6 aprile 2020

Rispetto alle novità elencate fino ad ora, restano invece sostanzialmente invariate le statuizioni del testo originario del Decreto Scuola in tema di:

 

 

In questo articolo si parla di

Francesco Rossi

Francesco Rossi

Giornalista e consulente SEO

Promozione principale Scuola - Quadrata
24 CFU per l'insegnamento
Programma straordinario di formazione gratuita

Iscriviti alla newsletter Per rimanere aggiornato sui nostri corsi, eventi e media