Asnor | Associazione Nazionale Orientatori

Asnor | Associazione Nazionale Orientatori

Asnor - Associazione Nazionale Orientatori promuove una nuova cultura di orientamento, impegnandosi affinché sia riconosciuto il ruolo professionale dell'Orientatore.

L’Associazione, con il supporto del suo Comitato Tecnico Scientifico e con la collaborazione di Istituzioni universitarie italiane ed estere, ha costruito un sistema definito e articolato della figura professionale dell’Orientatore, di cui vuole permettere il pieno riconoscimento e promuoverne la regolamentazione. L'Associazione organizza e detiene il Registro Orientatori Asnor.

Asnor si ispira ai principi formulati nel quinto messaggio del Memorandum sull’istruzione e la formazione permanente, redatto dalla Commissione della Comunità Europea, per cui:

  • l’orientamento deve fornire un servizio accessibile a tutti in maniera continua e decentrata a livello locale, con un approccio integrato che supera la distinzione fra scolastico, universitario, professionale e personale;
  • i servizi di orientamento devono raggiungere le persone piuttosto che aspettare che siano i clienti a cercare i servizi e devono seguire i progressi dei clienti monitorando gli esiti delle proprie azioni;
  • gli operatori devono diventare dei facilitatori del processo di orientamento e agenti del cambiamento individuale e sociale attraverso l’uso di un ampio ventaglio di metodi e strumenti;
  • si deve sviluppare un livello minimo condiviso di standard di qualità dei servizi e riconoscere la titolarità ad esercitare un servizio da parte di un determinato soggetto, dando un supporto alla formazione professionale agli stessi operatori di orientamento.

Il nostro impegno

Asnor ha definito cinque azioni fondamentali attraverso le quali portare avanti il proprio progetto:

  1. Assicurare un supporto costante agli Orientatori iscritti al Registro Asnor con progetti innovativi, frutto anche del loro ascolto e coinvolgimento;
  2. Offrire seminari, convegni e workshop in collaborazioni con Istituzioni, Università e professionisti di settore per diffondere la cultura dell’orientamento;
  3. Individuare i migliori progetti e instaurare partnership e collaborazioni mirate a promuovere e a regolamentare la professione dell’Orientatore professionista;
  4. Ricercare sempre una maggiore efficienza con progetti di formazione online e in presenza dedicati all’orientamento dei docenti, degli studenti e delle loro famiglie;
  5. Costruire valore e collaborazioni con il mondo della Scuola, dell’Università e del Lavoro.

Documenti istituzionali

L’Atto costitutivo e lo Statuto di Asnor definiscono la struttura dell’Associazione, i suoi fini e le linee guida per il loro conseguimento. Su questa base, l’Associazione Nazionale Orientatori si configura come una libera associazione professionale di categoria, la cui attività è indipendente da ogni confessione religiosa e da ideologie politiche.

Codice etico

Ai sensi di quanto previsto dall’art. 2 comma 3 della Legge 14 gennaio 2013, n. 4, l’Associazione si è data un Codice etico che indica le linee generali cui si ispira l’attività sociale.

Il Codice Etico intende chiarire e condividere i principi etici rilevanti, le norme comportamentali, i diritti, i doveri e le responsabilità rispetto ai soggetti con cui l’Associazione entra in relazione per il conseguimento della propria mission, ai fini di prevenire i reati ex D. Lgs. 231/2001 e di definire con chiarezza e trasparenza i valori ai quali ASNOR si ispira nello svolgimento delle proprie attività.

Adottando il presente Codice etico, Asnor mira a promuovere i valori su cui fonda la sua attività operativa e si impegna a rispettarne pienamente le disposizioni.

Codice di condotta

Il Codice di condotta che, ai sensi dell’art. 27-bis del Codice del consumo, di cui al decreto legislativo 6 settembre 2005, n. 206, detta le regole tramite cui si vigila sulla condotta professionale degli iscritti al Registro Orientatori Asnor e stabilisce le sanzioni disciplinari da irrogare per le violazioni delle disposizioni ivi sancite.

Consiglio direttivo

Il Consiglio Direttivo, regolarmente eletto dall’Assemblea dei Soci, è l’organo preposto a dare attuazione agli indirizzi deliberati dall’Assemblea e stabilisce le linee programmatiche dell’Associazione.

Nello specifico, il Consiglio Direttivo:

  • determina la politica associativa, potendo, a tal fine, nominare al suo interno commissioni di lavoro su singole tematiche;
  • approva il rendiconto annuale ed il bilancio di previsione predisposto dal Presidente e lo sottopone all’approvazione dell’assemblea dei soci fondatori;
  • presenta le eventuali proposte di modifica dello Statuto;
  • delibera in ordine alle nuove domande di adesione all’Associazione;
  • stabilisce annualmente le quote sociali;
  • approva i regolamenti interni;
  • compie ogni altra attività necessaria al raggiungimento degli obiettivi dell’Associazione.

Comitato tecnico scientifico

L’Associazione Nazionale Orientatori assume un ruolo guida di mediazione, coordinamento e stimolo del fecondo settore della ricerca e della discussione scientifica in materia di orientamento. Ha istituito, quindi, un Comitato Tecnico Scientifico, composto da personalità di particolare prestigio culturale e sociale, provenienti dal mondo accademico, scolastico e dalla compagine istituzionale ed imprenditoriale. 

Il Comitato Tecnico Scientifico Asnor:

  • svolge tutte le attività necessarie per garantire la coerenza tra il programma statutario e le azioni avviate;
  • progetta e pianifica le attività scientifiche da perseguire, curando informazioni e approntando documenti, anche con riferimento alle esperienze di altri Paesi;
  • si occupa della progettazione, dell’implementazione e dell’aggiornamento della formazione promossa da Asnor;
  • garantisce alti standard qualitativi, sia nella definizione delle linee culturali che nell’attività di ricerca.

Il Comitato Tecnico Scientifico Asnor si compone dei seguenti membri:

  • Coordinatore: Dott. Peppino Franco, esperto di creatività ed innovazione nell’educazione, manager di progetti finanziati con fondi comunitari, e innovatore nel settore dell’Istruzione. Formazione economica e di marketing internazionale, anche se perennemente in stato di formazione continua sia formale che non formale. Dal 1997 vanta una lunga esperienza come progettista nella stesura di proposte e manager di progetti Europei in diversi settori (Erasmus+, Apprendimento Permanente, Educazione e Formazione Professionale, Educazione degli Adulti e Gioventù, ecc.).
  • Prof. Piet Kommers, professore onorario e leader scientifico presso UNESCO Learning Technologies. Pioniere nell’istruzione con i nuovi media e leader di laboratori di ricerca sugli strumenti di apprendimento cognitivi. Ricercatore con Ph.D. in Design educativo e con i media, Master in Pedagogia e laurea in Formazione per i docenti. Ha insegnato per decenni presso diverse università (Twente, Utrecht) e ha tenuto seminari in tutto il mondo sulle tematiche dell’innovazione dell’apprendimento, l’utilizzo dei nuovi media e gli strumenti cognitivi per l’apprendimento.
  • Dott. Timo Halttunen, Direttore Ricerca e Sviluppo Territoriale del Brahea Centre presso l'Università di Turku (Finlandia).  Dopo un percorso accademico nelle scienze sociali, si è specializzato come educatore, consulente e valutatore di programmi di apprendimento, oltra alle competenze di management. Dal 2009 dirige il Brahea Development Services, un'unità dell'Università di Turku, che si occupa di progetti di sviluppo internazionali e nazionali nel campo della modernizzazione dell'istruzione superiore, dell'innovazione e dell'imprenditorialità e dello sviluppo regionale. 
  • Dott.ssa Maria Forina, docente in materie umanistiche, con laurea in Scienze dell’educazione e formazione, nonché in Giurisprudenza e conseguimento di diplomi di specializzazione in materia di disabilità e master in pratiche di orientamento. 
  • Dott. Luigi Catalani, formatore e coordinatore nazionale per la scuola e l’università di Wikimedia Italia. Docente universitario, Bibliotecario. Laureato in Filosofia con un Dottorato di Ricerca in Filosofia medievale e un Master in e-learning, ha insegnato Storia della Filosofia medievale presso le Università di Messina e Salerno, Informatica applicata alle scienze filosofiche presso l’Università di Salerno e Laboratorio di tecniche e strategie per la comunicazione professionale presso l’Università della Basilicata. Bibliotecario professionista e Manager della biblioteca digitale (qualifica MiBACT), lavora presso la Biblioteca Provinciale di Potenza. 
  • Dott. Antonino Imbesi, Direttore dell'ufficio Europe Direct Basilicata (centro di informazione della Commissione Europea). E' uno dei maggiori esperti di progettazione e di gestione di progetti comunitari a livello europeo. Ha realizzato un migliaio di progetti finanziati dalla Commissione europea alle varie Agenzie Nazionali. Ha svolto incarichi in centinaia di progetti europei come coordinatore, formatore, tutor, responsabile o amministrativo. Esperto nel settore dell'innovazione e delle startup.
  • Dott. Giorgio Beltrami, docente accreditato Project Management, Facilitatore LEGO® SERIOUS PLAY®. Docente a contratto presso l’Università Bicocca di Milano. Consulente, facilitatore e formatore si occupa di Project Management da più di un decennio. È anche autore di contributi e monografie.
  • Dott. Maurizio Laganà, Candidate Manager presso ManpowerGroup-Employer Branding & Recruitment Marketing Expert. Laureato in giurisprudenza, dal 2003 si occupa di consulenza aziendale nel settore delle risorse umane, in particolare, partner per le aziende nella Ricerca e Sviluppo di talenti e innovative solutions.
  • Dott. Martin Barthel, ricercatore universitario, communication coach, geografo e imprenditore esperto in gamification in Germania. Dopo una laurea in Geografia presso l’Università di Berlino, si è specializzato in coaching personale e di comunicazione, in addestramento interculturale e in digital storytelling. Da alcuni anni sta sviluppando con Comparative Research Network molteplici progetti europei finanziati in ambito educativo e di inclusione sociale (Erasmus+, Europa per i Cittadini ecc.).
  • Dott. Ugo Rizzo, uno dei più noti e qualificati insegnanti italiani del Metodo SRT (Biodanza®) per lo sviluppo empatico e relazionale elaborato dallo psicologo e antropologo Rolando Toro. Da oltre 25 anni si occupa di benessere e di comunicazione applicate alle relazioni umane.
  • Dott. Vito Verrastro, giornalista professionista freelance, con trascorsi a RDS Radio Dimensione Suono. Attualmente è responsabile dell'ufficio stampa della Camera di Commercio della Basilicata e lavora da communication manager per l'elaborazione di strategie di comunicazione. Ha fondato Lavoradio, radio-magazine e podcast di giornalismo costruttivo che racconta il lavoro e l'innovazione, e il Jobbing Fest, attraverso cui porta questi temi nelle scuole e nelle Università.
  • Dott.ssa Selena Tomei, psicologa del benessere, dottore di ricerca in psicologia sociale, formatrice e orientatrice iscritta al Registro Orientatori Asnor. Dal 2019 ha fondato SOS skills, uno strumento divulgativo e di supporto pensato per tutti coloro che intendono sviluppare al meglio il proprio potenziale ed investire sulla propria crescita personale e professionale. Da circa 10 anni si occupa di orientamento, crescita personale, formazione e potenziamento delle soft skills.
  • Dott.ssa Maria Elisa Maiolo, psicologa del lavoro e delle organizzazioni, formatrice, HR Consultant e docente a contratto presso l’Università “G. d’Annunzio” di Chieti-Pescara. Insegna in diversi contesti accademici e professionali ed è autrice di pubblicazioni nazionali e internazionali su occupabilità e transizioni verso il mondo del lavoro, fiducia organizzativa, cinismo organizzativo, insicurezza lavorativa. 
  • Dott.ssa Francesca Corrado, laureata in Economia Politica, ha un Dottorato di ricerca internazionale in Storia del Pensiero economico, e un Executive MBA dell’Università Bocconi. Dopo 10 anni trascorsi in ambito universitario, prima come assegnista di ricerca e docente poi come Vicepresidente di uno Spin off universitario, dal 2015 è Presidente di una start up no profit Play Res. Fondatrice di Scuola di Fallimento e autrice del libro Il Fallimento è rivoluzione- Best seller Amazon.
  • Dott.ssa Bianca Bressy, service designer, formatrice e counselor. Ha fatto esperienza come ricercatrice per progetti d'innovazione in campo educativo in Lussemburgo, nonché come facilitatrice di processi e corsi di design thinking per il sociale e le comunità.
  • Dott. Raffaele Pesarini, formatore, esperto in istruzione e formazione professionale.
  • Dott. Renato Pezzano, libero professionista, musicista e docente di chitarra. Da diversi anni si occupa della valorizzazione del ruolo della musica nella didattica inclusiva e di orientamento grazie a diversi progetti nella scuola primaria e secondaria. Alcuni di tali progetti sono diventati parte integrante del percorso di orientamento in uscita e/o di passaggio verso il ciclo di studi successivo, soprattutto per quanto riguarda il ruolo della musica e delle abilità manuali.
  • Dott.ssa Suzan Kommers, ricercatrice presso NUFFIC - l'organizzazione olandese per l'internazionalizzazione nell'istruzione. Si è laureata in scienze dell'educazione presso l'Università di Utrecht, dove ha anche effettuato un master biennale sul tema dell'apprendimento interattivo. Dal 2015 al 2020 ha svolto un dottorato di ricerca (Ph.D.) presso l'Università del Massachusetts negli Stati Uniti sul tema dell'internazionalizzazione dell'alta formazione.
  • Dott.ssa Magda Jakubowska, fondatrice di Art Square Lab la prima agenzai di Design Thinking in Lussemburgo. Vanta diversi anni di esperienza come facilitatrice di eventi sul Design Thinking Service Design, Ricerca UX.
  • Dott. Andrea D’Andrea, professionista in Graphic Design, APP Designer e Developer, AR designer, web designer, esperto in digital storytelling e specializzato nelle arti grafiche digitali a partire dal fumetto, illustrazione e multimedia. Da alcuni anni ha acquisito competenze nello sviluppo delle APP educative e informative per diversi progetti Europei Erasmus+, attraverso un approccio di gamification. 
  • Dott.ssa Elvira Fraccalvieri, artista, Gestalt Counsellor Professionista e Arte Terapeuta.

Riconoscimenti e accreditamenti

L’Associazione Nazionale Orientatori è l’unico Ente che si occupa di Orientamento iscritto nell’elenco del Ministero dello Sviluppo Economico delle Associazioni Professionali che rilasciano l’attestato di qualità dei servizi erogati dagli aderenti (art. 2, comma 7 della Legge 4/2013).

L’Associazione Nazionale Orientatori è punto di contatto della Rete Nazionale di Diffusione (RND) della rete europea EUROGUIDANCE, che sostiene la crescita professionale degli operatori dell'orientamento e promuove la mobilità internazionale per studio e formazione.

L’Associazione Nazionale Orientatori è l’unico Ente che si occupa di Orientamento ad essere accreditato per la formazione del personale della scuola dal MIUR (Direttiva 170/2016). Consulta gli elenchi degli Enti Accreditati MIUR Dir. 170/2016.

L’Associazione Nazionale Orientatori è iscritta all’Anagrafe delle ricerche tenuta dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (prot. n. 245/29804 del 28/11/13).

Il Dipartimento per l’istruzione del MIUR riconosce l’alta valenza formativa dei corsi promossi dall’Associazione Nazionale Orientatori, valutandoli come elemento da tenere in considerazione ai fini delle attribuzioni di incarichi ai Docenti da parte dei Dirigenti Scolastici, e si fa presente che l’Orientamento rientra nelle competenze del docente funzione strumentale “interventi e servizi per gli studenti” (Prot. n. 0005547 – 04/06/2010).

L’Associazione Nazionale Orientatori è iscritta al COLAP, il Coordinamento delle Libere Associazioni Professionali che implementa e sostiene il sistema duale delle professioni in Italia, rappresentato dagli Ordini professionali – in qualità di enti pubblici di controllo sulle attività connesse ad interessi costituzionalmente garantiti – e dalle associazioni professionali, soggetti in grado di valorizzare le competenze degli associati e garantire il rispetto delle regole deontologiche, agevolando la scelta e la tutela degli utenti nel rispetto delle regole sulla concorrenza, anche alla luce della legge 4/2013.

L’Ufficio Scolastico Regionale della Puglia ha riconosciuto la congruenza delle finalità del progetto OrientaScuola, patrocinandone la diffusione presso tutti i livelli periferici di competenza. Condividendone finalità ed obiettivi, il Presidente del Consiglio regionale ha concesso il patrocinio al progetto OrientaScuola, con decreto n. 989/2009.

Progetti istituzionali

Programma Straordinario per l'Emergenza Covid-19 - Competenze e strategie di resilienza per ritrovarci

Con il Programma Straordinario per l’Emergenza, Asnor si mette a disposizione del mondo del lavoro e della scuola nella difficile fase di gestione dell’emergenza Coronavirus. Tre impegni concreti: formazione gratuita a distanza, informazione approfondita e di servizio, networking con istituzioni, aziende e associazioni. L’obiettivo è supportare le persone nella fase di crisi e post-crisi, lavorando sui valori della competenza, della resilienza e della collaborazione e sul concetto di “ritrovarsi” insieme intorno ad un “fare” comune.

Scopri di più

Progetto Europeo VET4STARTUP

Asnor ha partecipato al programma Europeo no. 2014-1-IT01-KA202-002487, finalizzato alla realizzazione di una piattaforma open a disposizione di tutti coloro che vogliono intraprendere un’attività aziendale e abbiano bisogno di sostegno nella impegnativa fase iniziale di start-up.
Per prendere visione del progetto: https://www.vet4startup.it/


Progetto OrientaScuola

Asnor ha avviato il progetto OrientaScuola per supportare i Docenti in questo delicato ambito, con l’obiettivo di formare un vero e proprio team per l’orientamento, organizzato all’interno di ogni Istituto aderente. Il team permette a studenti, docenti e familiari di accedere ad un servizio di orientamento strutturato e sempre disponibile.


Progetto Informa&Orienta

Informa&Orienta è il programma pensato appositamente per supportare e promuovere le competenze di tutti i dipendenti comunali che, quotidianamente, offrono consulenza ai cittadini. L’obiettivo è permettergli di acquisire coscienza dell’importanza e della rilevanza culturale del proprio ruolo: le competenze nell’ambito dell’orientamento devono costituire parte fondamentale del loro bagaglio professionale. Il servizio, invece, allineato agli elevati standard previsti dal Sistema di Orientamento Integrato, deve costituire una risorsa effettiva e sempre a disposizione delle persone.


Progetto Orientalab

L’Associazione Nazionale Orientatori ha realizzato Orientalab, il laboratorio di ricerca e sviluppo dedicato esclusivamente alla cultura dell’orientamento e del supporto alla persona. Orientalab è il primo laboratorio permanente di ricerca ed intervento sulle politiche e sulle attività di orientamento, scelta e guida alla consapevolezza della persona, organizzato in sinergia dall’Associazione Nazionale Orientatori e dal mondo aziendale.

Collabora con noi

Insieme diffondiamo una nuova cultura di orientamento

Scopri di più