Lunedì 6 Dicembre 2021

  • 770
  • 5 minuti

Guida per rispondere in maniera corretta a un'offerta di lavoro – Il metodo per scrivere il CV

In questa parte della guida, l’Orientatore Asnor, Dario Madeddu, ci spiega il metodo per scrivere un CV efficace.

Vi ricordate quando Mary Poppins si propone al Signor Banks come la tata perfetta e per convincerlo legge la lettera dei bambini rispondendo punto per punto con tutti i requisiti richiesti e che lei ha? Ecco, questo è ciò che dobbiamo fare per creare un CV efficace, a prova di ATS e che arrivi ad essere letto dal recruiter.

L’offerta di lavoro, un esempio

Siamo alla ricerca di un Brand & Customer Manager

Le sue Principali responsabilità sono:

  • Analisi, monitoraggio e reporting dei principali KPI (Key Performance Indicator) al fine di misurare le prestazioni del prodotto;
  • Analisi dell’andamento del mercato tramite ricerche ad hoc e seguente elaborazione di previsioni di vendita in linea con il ciclo di vita del prodotto, l’ambiente di mercato e la strategia del prodotto;
  • Forecast e rappresentazioni dei dati acquisiti. Elaborazione di budget puntuali relativi alle attività promozionali messe in atto al fine di massimizzare l’investimento;
  • Sviluppo strategie e piani di marketing in linea con le direttive europee e globali dell’azienda e con la normativa vigente.

La risorsa dirigerà in modo proattivo il team Brand interfunzionale per garantire un’integrazione ed una collaborazione efficaci tra le funzioni chiave che contribuiscono al marchio.

I Requisiti che richiediamo sono:

  • Laurea in discipline economiche;
  • Esperienza pregressa di almeno due anni;
  • Esperienza nell’elaborazione di basi dati complesse per l’estrazione e l’analisi quantitativa dei dati al fine di produrre report di supporto al business;
  • Ottime capacità analitiche;
  • Ottima padronanza del pacchetto office, in particolare Excel e Power Point;
  • Ottima conoscenza della lingua inglese.

Sede di lavoro: Roma.
Livello di anzianità: Livello medio.
Molto bene, ora che abbiamo un’offerta possiamo procedere con i punti salienti del metodo che ho iniziato a spiegare nei precedenti articoli.

Leggi anche Guida per rispondere in maniera corretta a un’offerta di lavoro – Il CV

Il metodo per scrivere un CV efficace

Primo punto del metodo: sono proprio io la figura che ricercano?
Solo se ho studiato bene l’offerta, riuscirò a rispondere a questa domanda.
Per agevolare la risposta a questa prima domanda, io ho copiato e incollato l’offerta.

Dopodiché l’ho suddivisa nei punti salienti:

  1. Brand & Customer Manager
  2. Principali responsabilità
  3. Requisiti
  4. Livello di anzianità

Utilizzare questa prassi per ogni offerta che analizziamo ci aiuta a comprendere se la risposta alla domanda “Sono proprio io la figura che ricercano?” può essere positiva o negativa. 

Solo se rispondo “Sì, sono proprio io”, posso proseguire con lo studio dell’offerta. Non è detto, però, che io possa davvero candidarmi o che valga la pena farlo. 
Per comprenderlo, passo al secondo punto.

Leggi anche Guida per rispondere in maniera corretta a un’offerta di lavoro – Il CV a prova di ATS

Secondo punto del metodo: ho tutti i requisiti che l’offerta richiede?

  1. Sono un Brand & Customer Manager?
  2. Sono in grado di ricoprire queste responsabilità?
  3. Se sì, ho i requisiti e l’anzianità nel settore che richiedono?

Se la risposta a tutte queste domande è affermativa, allora l’offerta fa al caso nostro e possiamo procedere alla candidatura.

Ma se la risposta è negativa, non perdiamo tempo a inviare il CV.

Leggi anche Guida per rispondere in maniera corretta a un’offerta di lavoro – Lo studio dell’offerta

Il terzo punto del metodo: preparare un CV efficace per quella specifica offerta.

Questo punto ci spiega come argomentare e comunicare all’azienda e al recruiter il fatto che sono la persona giusta per quell’offerta. Per farlo, partiamo dai punti cardine dell’offerta:

  1. Brand & Customer Manager
  2. Principali responsabilità
  3. Requisiti
  4. Livello di anzianità.

I punti principali dell’offerta e il loro ordine ci dicono, innanzitutto, l’ordine delle informazioni che dobbiamo inserire nel nostro CV. Abbiamo due pagine per farlo e non possiamo lasciarci prendere dalla impazienza di raccontare la nostra vita. Atteniamoci strettamente a quanto viene richiesto.

Fin da subito dobbiamo dichiarare di essere un Brand & Customer Manager. Non un Customer manager o un esperto di marketing. La domanda è secca: “Sei un Brand & Customer Manager?”.

Il CV potrebbe iniziare così:

  • Nome e Cognome (es: Mario Rossi)
  • Brand & Customer Manager

Subito dopo inseriremo i nostri dati di contatto.

Poco sotto potremmo semplificare la vita del recruiter e anticipare qualcosa di noi in quella sezione dello schema del CV base che ho chiamato “breve descrizione che metta in luce i nostri punti forti per quella candidatura”.
Io consiglio sempre di inserirla, a meno che l’annuncio non sia di quelli che nel precedente articolo ho definito “asciutti e quasi muti”.

Il punto due dell’offerta è: Principali responsabilità.
Da ciò discende che non possiamo rispondere a questa domanda inserendo come prima cosa gli studi o la formazione. 

Ricordiamoci la seconda domanda che pone l’offerta: “Sei in grado di ricoprire queste responsabilità?”.Quindi, per rispondere a questa domanda, descriveremo le precedenti esperienze lavorative in cui abbiamo già ricoperto quelle responsabilità
In ogni CV, bisogna limitarsi a inserire solo le esperienze in linea con l’offerta alla quale ci candidiamo. Se abbiamo ulteriori esperienze in linea con l’offerta e sempre all’interno degli anni di esperienza che vengono richiesti, limitiamoci a descrivere l’essenziale.

Il segreto per capire se la precedente esperienza è in linea con un’offerta:

  1. copiamo e incolliamo su un foglio una precedente esperienza; 
  2. lasciamo solo questi elementi: nome del ruolo, azienda e periodo di svolgimento;
  3. sotto, inseriamo ciò che è rimasto, ossia la descrizione del ruolo dell’offerta di lavoro;
  4. se la descrizione del ruolo che l’offerta presenta non ha a che fare con la precedente esperienza, allora non dovremmo inserire quell’esperienza.

Semplifico con un esempio facile ma molto evocativo.

1) Copio e incollo la mia precedente esperienza.

2000-2006 Cameriere, Ristorante Pinco Pallo a Chissadove

Ruolo:

  • accogliere e servire i clienti;
  • coordinare il ristorante e comunicare con il resto del personale per soddisfare le aspettative del cliente;
  • confrontarsi con il responsabile e con lo chef prima di ogni servizio, per informarsi sul menù ed eventuali piatti del giorno;
  • pulire e preparare la sala.

2) Rimuovo dalla descrizione della mia esperienza ciò che non serve: 

2000-2006 Cameriere, Ristorante Pinco Pallo a Chissadove.

3) Verifico se la mia precedente esperienza può essere descritta con la descrizione del ruolo fatta dall’offerta.

2000-2006 Cameriere, Ristorante Pinco Pallo a Chissadove

Ruolo:

  • Analisi, monitoraggio e reporting dei principali KPI al fine di misurare le prestazioni del prodotto.
  • Analisi dell’andamento del mercato tramite ricerche ad hoc e seguente elaborazione di previsioni di vendita in linea con il ciclo di vita del prodotto, l’ambiente di mercato e la strategia del prodotto;
  • Forecast e rappresentazioni dei dati acquisiti. Elaborazione di budget puntuali relativi alle attività promozionali messe in atto al fine di massimizzare l’investimento;
  • Sviluppo strategie e piani di marketing in linea con le direttive europee e globali dell’azienda e con la normativa vigente.

4) Scelgo cosa fare e non inserisco l’esperienza.

È chiaro ed evidente che la mia precedente esperienza da cameriere, in questo caso, non la posso inserire.

Rimarrà un buco temporale? Può capitare, ma è meglio un buco temporale che rispondere alla domanda: “Hai mai fatto Analisi, monitoraggio e reporting dei principali KPI al fine di misurare le prestazioni del prodotto?”, in questo modo: “Sì, ho fatto il cameriere”.

Il CV a prova di ATS

Ora capiamo come utilizzare l’offerta per modificare la base del nostro CV e predisporre un curriculum efficace e a prova di ATS. Ho già predisposto le prime parti del mio CV, sono arrivato a quella che nello schema ho chiamato “esperienza – posizioni già ricoperte, mansione svolta e risultati raggiunti”. Vediamo come prepararla utilizzando l’offerta. Poniamo il caso che la mia precedente esperienza sia quella che segue:

2015-2020 Brand Manager presso la Maionese & Co.

Responsabilità:

  • Gestire il portafoglio e il processo di innovazione;
  • Dirigere, sviluppare ed eseguire piani di gestione del marchio;
  • Creare e gestire relazioni con agenzie creative e parti interessate sia a livello locale che globale;
  • Effettuare analisi critiche al fine di comprendere i comportamenti e le esigenze dei consumatori e degli acquirenti, mostrando un forte orientamento commerciale e un acume finanziario.

Se seguiamo il metodo che ho spiegato, capiamo subito che questa offerta è centrata. Dobbiamo capire come descrivere la mansione perché diventi a prova di ATS.

Attraverso un mix tra l’esperienza e l’offerta, nel modo che segue.

2015-2020 Brand Manager presso la Maionese & Co.

Responsabilità:

  • Gestire il portafoglio e il processo di innovazione;
  • Dirigere, sviluppare ed eseguire piani di gestione del marchio;
  • Creare e gestire relazioni con agenzie creative e parti interessate sia a livello locale che globale;
  • Effettuare analisi critiche al fine di comprendere i comportamenti e le esigenze dei consumatori e degli acquirenti, mostrando un forte orientamento commerciale e un acume finanziario.

Subito sotto copio ciò che richiede l’offerta: 

  • Analisi, monitoraggio e reporting dei principali KPI al fine di misurare le prestazioni del
  • prodotto.
  • Analisi dell’andamento del mercato tramite ricerche ad hoc e seguente elaborazione di
  • previsioni di vendita in linea con il ciclo di vita del prodotto, l’ambiente di mercato e la strategia del prodotto.
  • Forecast e rappresentazioni dei dati acquisiti. Elaborazione di budget puntuali relativi alle attività promozionali messe in atto al fine di massimizzare l’investimento.
  • Sviluppo strategie e piani di marketing in linea con le direttive europee e globali dell’azienda e con la normativa vigente. 

I requisiti richiesti dall’offerta sono:

  • Laurea in discipline economiche;
  • Esperienza pregressa di almeno due anni;
  • Esperienza nell’elaborazione di basi dati complesse per l’estrazione e l’analisi quantitativa dei dati al fine di produrre report di supporto al business;
  • Ottime capacità analitiche;
  • Ottima padronanza del pacchetto office, in particolare Excel e Power Point;
  • Ottima conoscenza della lingua inglese.

Per completare il CV a prova di ATS proseguiamo con inserire una sezione “Istruzione e informazione”. 

Attenzione a non scrivere “Educazione”. Perché “educazione” è un errore mutuato dall’inglese Education che non significa “Educazione”, ma “Istruzione”. 
In italiano l’educazione è altro e non ci serve spiegarla nel nostro CV. 
Questa sezione ti servirà per dire che possiedi il tiolo richiesto.

Dopo aver fatto ciò, potremmo inserire una sezione “Digital and communication skills” o “Competenze digitali e in comunicazione” per spiegare che abbiamo le competenze richieste nell’annuncio, quali software sappiamo utilizzare e quali lingue straniere parliamo.

Consiglio, in ultimo, di aggiungere una sezione dedicata alle soft skills.

Ultimo consiglio: l’offerta ci specifica il luogo: “Sede di lavoro: Roma”.

L’unico modo che abbiamo per rispondere correttamente è dire che risiediamo o siamo domiciliati a Roma, sia nel CV che nel form del sito web da cui ci candidiamo. Occorre controllare anche i profili Social per verificare che il domicilio sia a Roma.

Non dimentichiamoci, infine, di inserire l’autorizzazione al trattamento dei dati personali, la data e la firma. In questo modo, il CV efficace e a prova di ATS è pronto per essere inviato ai recruiters.


 

In questo articolo si parla di

Dott. Dario Madeddu

Dott. Dario Madeddu

Orientatore Asnor

Collabora con noi, scrivi per l'Orientamento banner articoli

Iscriviti alla newsletter Per rimanere aggiornato sui nostri corsi, eventi e media