Domenica 9 Agosto 2020

  • 11905
  • 3 minuti

Concorso straordinario per l'abilitazione nella scuola secondaria

Il 28 aprile è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il bando per realizzare una procedura straordinaria abilitante per la scuola secondaria di primo e secondo grado. Il concorso, che sarà solo per esami, permetterà agli aspiranti docenti che hanno già maturato servizio (oltre che ad alcune categorie particolari) di conseguire l’abilitazione all’insegnamento.

Nel 2020 si svolgerà anche un concorso per l'abilitazione all'insegnamento per la scuola secondaria. Quella che doveva essere un’appendice del concorso straordinario, infatti, si è trasformata in una vera e propria procedura autonoma, disciplinata da un apposito bando.

Si tratta di un concorso per esami, bandito con valenza nazionale ma organizzato a livello regionale e valido per tutte le classi di concorso, fatta eccezione per quelle ad esaurimento e per quelle i cui insegnamenti non sono più previsti nell’attuale ordinamento scolastico.

Cos’è l’abilitazione all’insegnamento?

I requisiti per l’accesso al concorso straordinario abilitante

Questo percorso straordinario per la scuola secondaria vuole creare un canale ad hoc per il conseguimento dell’abilitazione a favore di tutti quei docenti che hanno già svolto attività nelle scuole. Per questo, i requisiti richiesti sono praticamente identici a quelli del concorso straordinario per l’immissione in ruolo.

Ecco nel dettaglio le condizioni di accesso poste dal bando:

  • tre anni di servizio (anche non consecutivi) nella scuola secondaria statale e/o paritaria, su posti comuni o di sostegno, svolti tra l’anno scolastico 2008/2009 e quello 2019/2020.
  • almeno un anno di servizio specifico, cioè svolto nella classe di concorso di interesse;
  • titolo di studio idoneo per la classe di concorso (laurea o diploma per gli ITP)

Il testo di legge specifica che:

  • è valido anche il servizio prestato nei progetti regionali;
  • è valido anche il servizio prestato su posti di sostegno senza specializzazione.

La possibilità di completare la terza annualità nell’anno scolastico ancora in corso (2019/2020) comporta l’ammissione con riserva di coloro che hanno solo 2 annualità e che sono attualmente impiegati con contratto a tempo determinato.

Inoltre, è bene ricordare che si considera completato un annodi servizio in presenza di una di queste due condizioni:

  • aver lavorato per almeno 180 giorni nel corso dell’anno scolastico (anche non consecutivi);
  • aver lavorato continuativamente dal 1° febbraio fino alla chiusura degli scrutini finali.

Casi particolari ammessi al concorso

Di seguito, alcuni casi specifici che completano il quadro di coloro che potranno partecipare al concorso ordinario:

  • docenti di ruolo delle scuole statali: possono partecipare anche senza l’anno di servizio specifico;
  • docenti con servizio nei percorsi di IeFP

Concorso ordinario docenti 2020: tutte le informazioni

Come presentare domanda per il concorso straordinario per l'abilitazione

L’articolo 3 del bando disciplina nel dettaglio le modalità di presentazione dell’istanza per partecipare al concorso, i tempi e le limitazioni previste.

Modalità, termini e costi per la presentazione della domanda

La domanda di partecipazione può essere presentata in una sola regione e per un’unica classe di concorso. L’invio delle istanze sarà solamente online, sull’apposita “Piattaforma Concorsi e Procedure selettive”. Per farlo, bisogna essere in possesso delle credenziali SPID o di un’utenza valida per l’accesso a Istanze Online.

La domanda di partecipazione potrà essere inoltrata a partire dalle ore 9,00 del 28 maggio 2020 fino alle ore 23,59 del 15 luglio 2020.

Per ciascuna delle procedure per cui si vuole concorrere dovrà essere versato un contributo di 15 euro, tramite bonifico bancario.

L'iter del concorso: la prova scritta

L'iter del concorso si compone di una sola prova scritta, della durata di 60 minuti, che per le classi di concorso in lingua straniera dovrà essere svolta nel relativo idioma.

Si tratta di una prova articolata in 60 quesiti a risposta multipla divisi in:

  • 40 quesiti sulle competenze disciplinari relative alla specifica classe di concorso;
  • 20 quesiti sulle competenze didattico/metodologiche.

Il programma su cui verte la prova è contenuto nell'allegato A, consultabile qui

Ad ogni risposta esatta viene assegnato un punto, ad ogni risposta errata o non data 0 punti. Per il superamento, è richiesto il punteggio minimo di 42.

Il conseguimento dell’abilitazione all’insegnamento per la scuola secondaria

Tutti coloro che hanno superato la prova scritta con il punteggio minimo richiesto, vengono inseriti in un elenco non graduato e hanno la possibilità di conseguire l’abilitazione all’insegnamento. Per farlo, però, come stabilito dal Decreto Legge 126/2019:

  • devono avere in essere un contratto a tempo indeterminato o a tempo determinato (fino al 30/06 o 31/08) in un'istituzione scolastica o educativa del sistema nazionale;
  • devono acquisire i 24 cfu (con oneri a loro carico);
  • devono superare un'apposita prova orale, con il punteggio minimo di 7/10.

Iscriviti alla newsletter Per rimanere aggiornato sui nostri corsi, eventi e media