Lunedì 6 Dicembre 2021

  • 544
  • 4 minuti

Come sviluppare le competenze trasversali nei PCTO

I PCTO concorrono alla diffusione di una didattica innovativa che fa dello sviluppo delle competenze trasversali il suo nucleo fondante. Come sviluppare e valutare queste competenze? A cura di Vanessa Kamkhagi, Orientatrice Asnor, Formatrice per i PCTO e Autrice del volume Dall’alternanza scuola-lavoro ai PCTO, una guida operativa, UTET 2020.

Cosa sono le competenze trasversali

Il passaggio dall’alternanza scuola-lavoro ai PCTO, Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento, ha spostato il focus dei percorsi dalle competenze professionali – con il termine lavoro - a quelle trasversali – con la scomparsa del termine lavoro e l’inserzione della dicitura competenze trasversali.

Scarica la risorsa gratuita 
I percorsi per le competenze trasversali e per l'orientamento
 (PCTO)

In effetti, data la velocità dei cambiamenti sociali ed economici causati dalle rivoluzioni tecnologiche e  acuiti dalla recente pandemia, i nostri studenti dovranno probabilmente fare fronte a diversi cambiamenti professionali nel corso della loro vita e quindi, oltre a sviluppare strategie per l’apprendimento permanente, dovranno acquisire competenze quali il problem solving, il pensiero critico, la creatività , la capacità di lavorare in gruppo ecc. 

A causa dell’incertezza, della volatilità, della complessità e dell’ambiguità del contesto, la scuola ha sempre più il compito di valorizzare l’aspetto emotivo e relazionale attraverso una metodologia didattica attiva e ibrida in cui project work, il role play, le simulazioni e i colloqui concorrano allo sviluppo delle competenze chiave per l’apprendimento permanente.

In questa direzione le Linee Guida dei PCTO del 2019 hanno messo in evidenza come queste competenze trasversali si caratterizzino per:

  • Il loro alto grado di trasferibilità. Sono competenze che possono essere utilizzate in diversi contesti;
  • La loro misurazione con griglie di osservazione e rubriche create dal consiglio di classe. Sono competenze che possono essere valutate e misurate attraverso prove e strumenti ad hoc;
  • La loro capacità di rilevazione della consapevolezza personale. Sono competenze indice della consapevolezza dello studente.

Le competenze trasversali nei PCTO

Delle otto competenze chiave tratte dalla Raccomandazione europea del 22 maggio 2018, i PCTO si focalizzano su quattro di queste, per la loro caratteristica di riassumere le altre in un’unica matrice.

  1. Competenza personale, sociale e capacità di imparare a imparare: capacità di riflettere su sé stessi, di gestire efficacemente il tempo e le informazioni, di lavorare con gli altri in maniera costruttiva, di mantenersi resilienti e di gestire il proprio apprendimento e la propria carriera.
  2. Competenza in materia di cittadinanza: capacità di agire da cittadini responsabili e di partecipare pienamente alla vita civica e sociale, in base alla comprensione della sostenibilità e delle strutture e dei concetti sociali, economici, giuridici e politici.
  3. Competenza imprenditoriale: capacità di agire sulla base di idee e opportunità̀ e di trasformarle in valori per gli altri, di risolvere problemi, di lavorare in gruppo, di programmare e gestire progetti.
  4. Competenza in materia di consapevolezza ed espressione culturale: comprensione e rispetto di come le idee e i significati vengano espressi creativamente e comunicati nelle diverse culture e per mezzo di diverse forme culturali.

Come sviluppare e valutare le competenze trasversali

I percorsi di PCTO si dovranno incentrare quindi sullo sviluppo di alcune di queste competenze focus,  attraverso la partecipazione degli studenti a tirocini, e la progettazione da parte del tutor e /o di referenti di attività da svolgere a scuola.
In che modo integrare queste attività e questi percorsi alla progettazione curricolare?
consigli di classe dovranno definire i traguardi formativi dei percorsi in termini di orientamento e di competenze trasversali e/o professionali, scegliendo le competenze che si intendono sviluppare. 

Nella propria programmazione, ogni docente individuerà delle competenze che in sede di scrutinio avranno una ricaduta sul voto di profitto e di comportamento. In questa maniera i percorsi di PCTO potranno essere progettati in maniera integrata, con la programmazione delle singole discipline la cui valutazione ne terrà conto.

Ogni esperienza si concluderà con l’osservazione congiunta dell’attività svolta dallo studente da parte del tutor interno e dal tutor esterno - se presente.

La valutazione dovrà tener conto: 

  • del processo che può essere valutato con rubriche, schede di osservazione, diari di bordo, portfolio digitale;
  • dei risultati che possono essere valutati con  compiti di realtà̀, prove esperte e project-work.

A scuola di PCTO e di competenze

In un mondo come il nostro in cui  le conoscenze evolvono ad una velocità esponenziale, e in cui le hard skills si aggiornano in continuazione, la società richiede sempre più persone dotate di competenze quali l’empatia, la capacità imprenditoriale, la capacità di imparare a imparareil pensiero critico e la capacità di collaborare.
Tutte queste competenze sono, come abbiamo visto , il nucleo fondante dei percorsi di PCTO, che sembrano quindi essere una risposta al mismatch tra richieste della società e offerta di una scuola che si fa ancora in molti casi portatrice di conoscenze più che di competenze.

I PCTO concorrono quindi alla diffusione di una didattica innovativa che fa dello sviluppo delle competenze trasversali il suo nucleo fondante, affinché i nostri studenti possano affrontare il mondo con atteggiamenti, conoscenze e competenze sempre al passo coi tempi

Dott.ssa Vanessa Kamkhagi

Dott.ssa Vanessa Kamkhagi

Orientatrice Asnor

Collabora con noi, scrivi per l'Orientamento banner articoli

Iscriviti alla newsletter Per rimanere aggiornato sui nostri corsi, eventi e media