Giovedì 23 Maggio 2024

  • 775
  • 3 minuti
  • 6/12/2023

Cos'è la Psicologia Positiva e come può contrastare l'incertezza insieme all'orientamento

Il XXI secolo è stato definito il secolo dei lavoratori insicuri, perché caratterizzato da incertezza e rapidi cambiamenti economici. Di fronte alla mutevolezza, all’imprevedibilità e alla fragilità del mercato del lavoro, il professionista dell’orientamento può e deve intervenire. A cura di Alessia Paglia, Orientatrice Asnor.

Psicologia Positiva, origini e significato

La Psicologia Positiva ha i suoi inizi intorno al 1998, con Martin Seligman, e si sviluppa in un periodo di benessere, ponendo l’attenzione sull’aspetto, per l’appunto, più positivo della vita.

La Psicologia Positiva si concentra sul significato di forza, di virtù e di benessere come componenti di una good life che può essere vissuta puntando sulle proprie risorse e impegnandosi in attività che ci rendano felici e che siano idonee a rispondere al nostro potenziale. Tale aspetto si differenzia dalla visione di Franckl, secondo la quale l’essere prevale sul fare.

La Psicologia Positiva riprende dalla terapia esistenziale la convinzione che occorra orientare le azioni sui nostri valori e la rilevanza data alla capacità di vivere pienamente. Non a caso, gli psicologi positivi considerano la ricerca di trascendenza da sé come strumentale a raggiungere la felicità autentica, ovvero sostengono l’idea che l’azione sia il principale mezzo per essere felici.

Un periodo di incertezza e precarietà

Il XXI secolo è stato definito il secolo dei lavoratori insicuri, perché caratterizzato da incertezza e rapidi cambiamenti economici. Ogni giorno i giovani debbono confrontarsi con la precarietà, con l’incertezza nel lavoro e con la disoccupazione. In molti i casi, i lavori possono essere descritti come temporanei, contingenti, casuali, a progetto, atipici, saltuari.

Attualmente, ulteriore contingenza si va a sovrapporre a un contesto economico per l’appunto caratterizzato da:

  • continui cambiamenti occupazionali;
  • gestione autonoma del lavoro, le persone gestiscono il proprio lavoro, invece di svilupparlo all’interno di un’organizzazione;
  • tassi medi di disoccupazione giovanile in Europa del 21,4 % e in Italia, dai 20 ai 24 anni, del 27,4 % (Eurostat, 2016).

Strumenti e programmi di orientamento come possibili soluzioni all’incertezza

Di fronte alla mutevolezza, all’imprevedibilità e alla fragilità del mercato del lavoro, il professionista dell’orientamento può intervenire sottolineando quegli aspetti che possono aiutare i giovani a confrontarsi con tale imprevedibilità e mutevolezza.

In fase di colloquio e consulenza, l’Orientatore può intervenire usufruendo:

  • del tema e dello strumento dell’adaptability di Savickas, come modalità utile a far fronte alla mutevolezza e imprevedibilità;
  • del tema della ricerca di significato, per far fronte al vuoto esistenziale che paralizza la capacità di scelta e di azione dei giovani;
  • dell’analisi dei valori, come criteri per sostenere le scelte professionali.

Savickas ha sviluppato diversi strumenti d’indagine, come il questionario sui valori chiamato “Career Story Interview”, mentre un altro autore come Bernaud ha ideato approcci metodologici complessi come quello definito “l’Accompagnamento al senso della vita e del lavoroper sostenere i processi decisionali, in particolar modo nelle fasi di transizione, derivate dal passaggio dal mondo della formazione a quello professionale, dalla ricerca di prima occupazione o di un nuovo impiego.

Letture consigliate

  • Savickas, M. L. (2014). Career counseling. Guida teorica e metodologica per il XXI secolo. Trento: Erickson.
  • Bernaud, J. L., Arnoux-Nicolas, C., Sovet, L., Pelayo, F., & Lhotellier, L. (2016). Psicologia dell'accompagnamento: Il senso della vita e del lavoro nell’orientamento professionale. Edizioni Centro Studi Erickson.

Iscrizioni al Registro 2024

Dott.ssa Alessia Paglia

Dott.ssa Alessia Paglia

Orientatrice Asnor

Scopri Asnor
Collabora con noi, scrivi per l'Orientamento banner articoli

Iscriviti alla newsletter Per rimanere aggiornato sui nostri corsi, eventi e media