Giovedì 16 Luglio 2020

  • 4267
  • 3 minuti

Il Quadro Europeo delle Qualifiche (EQF): cosa è e come funziona

Il Quadro Europeo delle Qualifiche ha compiuto 10 anni il 23 aprile del 2018. È un sistema di riferimento comune che definisce in maniera univoca (organizzandole in livelli) le qualifiche conseguite nei diversi paesi dell'Unione Europea. L'obiettivo? Promuovere l'apprendimento permanente e lo sviluppo professionale in un'ottica innovativa e internazionale.

Le qualifiche, cosa sono e perché sono importanti

Per comprendere il ruolo e il funzionamento del Quadro Europeo delle Qualifiche è necessario fare un passo indietro e partire dalla definizione di cosa si intende per qualifiche. Le qualifiche esprimono in forma standardizzata le conoscenze e la capacità di comprendere e di fare acquisite da una persona al termine di un determinato percorso di apprendimento. In questo senso, un diploma o un certificato possono essere una forma di qualifica. La definizione contenuta nella normativa del Quadro Europeo delle Qualifiche, o European Qualification Framework (EQF), le definisce come: "il risultato formale di un processo di valutazione e convalida, acquisito quando un'autorità competente stabilisce che una persona ha conseguito determinati risultati di apprendimento rispetto a standard predefiniti". Le qualifiche svolgono quindi la fondamentale funzione di indicare formalmente e ufficialmente i "risultati di apprendimento" raggiunti da una persona, con l'obiettivo –per esempio- di dare a queste persone accesso a specifiche professioni o posizioni per cui sono necessarie determinate competenze. Inoltre, le qualifiche hanno una grande importanza a livello individuale. Funzionano, infatti, come una "moneta di scambio", che una persona può utilizzare sia nella ricerca di un'occupazione che nella prosecuzione del percorso di formazione e istruzione.

Il Quadro Europeo delle Qualifiche

Con l'obiettivo di confrontare e collegarele qualifiche dei diversi paesi europei, nel 2008, l'Unione Europea ha istituito un sistema comune di riferimento per i "risultati dell'apprendimento", il Quadro Europeo delle Qualifiche (abbreviato EQF, in inglese, o QEQ, in italiano). L'eterogeneità dei sistemi europei di formazione e istruzione, espressione delle diverse tradizioni nazionali, rende complicato valutare il valore che una qualifica conseguita in un Paese assume nel contesto lavorativo e di apprendimento di un'altra nazione. L'EQF si rivolge quindi a studenti, lavoratori, persone in cerca di occupazione, datori di lavoro, enti, istituti di formazione e istruzione, fornendo a tutti questi soggetti un quadro di riferimento comune. Si tratta di un vero e proprio dispositivo di traduzione che facilita la comparazione tra qualifiche conseguite non solo in diversi paesi, ma anche presso enti differenti o organizzazioni internazionali. Gli obiettivi principali del Quadro Europeo delle Qualifiche sono:

  • promuovere l'apprendimento permanente e lo sviluppo professionale in una dimensione di mobilità transfrontaliera;
  • valorizzare e riconoscere i titoli ottenuti nei paesi d'origine da cittadini comunitari che studiano o lavarono nei Paesi europei.

A maggio del 2017, il Quadro delle Qualifiche Europee è stato rivisto e aggiornato per dare un nuovo slancio all'implementazione di tale strumento. Con l'obiettivo di fornire una maggiore completezza al quadro, si invitano gli Stati ad aggiornare le referenziazioni all'EQF, ovvero a migliore e ampliare le procedure e i metodi di riferimento che organizzano gli 8 livelli della griglia. Si dà inoltre indicazione di migliorare la comunicazione dei criteri descrittori per favorire la trasparenza e quindi la comparabilità delle qualifiche. Infine, last but non least, si incentivano relazioni di cooperazione con paesi terzi, aprendo così la via per l'inclusione di paesi extraeuropei al sistema di riferimento comune.

Come funziona l'EQF (o QEQ): la struttura a livelli

Rispetto all'approccio tradizionale che si concentra sulla durata, l'istituto e il luogo dell'apprendimento, l'EQF dà priorità alle informazioni inerenti il livello di conoscenze, di abilità e di competenze raggiunto dalla persona. In altri termini, il Quadro Europeo delle Qualifiche si focalizza su quanto la persona dovrebbe conoscere, comprendere ed essere in grado di realizzare dopo aver conseguito una determinata qualifica. Questo approccio innovativo basato sui "risultati di apprendimento" favorisce la trasparenza della qualifica e facilita la validazione di apprendimenti informali. Così, viene resa più semplice la comparabilità tra titoli o diplomi conseguiti nei diversi paesi, ma anche tra tipi o livelli di qualifiche differenti anche all'interno dello stesso paese. Partendo da questa premessa concettuale, il Quadro Europeo delle Qualifiche è costituito da 8 livelli che rappresentano il grado di conoscenza, competenza e autonomia raggiunti in seguito al processo di formazione.  Il grado aumenta progressivamente dal livello base 1 (la conclusione dell'istruzione primaria) al livello 8 che si riferisce ai titoli accademici più avanzati (come per esempio il dottorato). I criteri descrittori definiscono gli 8 livelli e costituiscono l'elemento organizzativo centrale del quadro comune europeo

I vantaggi portati dall'EQF

Con il Quadro Europeo delle Qualifiche i cittadini possono muoversi e orientarsi in un sistema di qualifiche sempre più diversificato e complesso. Si promuove inoltre una migliore corrispondenza tra le esigenze del mercato del lavoro e l'offerta del sistema di istruzione. Un altro aspetto positivo è rappresentato dalla maggiore possibilità di accesso all'apprendimento continuo (lifelong learning). Un punto di riferimento univoco per valutare il livello di approfondimento in un determinato ambito (questo è il quadro europeo) abbatte infatti le barriere tra diverse istituzioni, rendendo quindi più facile anche la progressione e diversificazione del percorso formativo.

Come conoscere il livello EQF – Tabella di riepilogo

[caption id="attachment_136027" align="aligncenter" width="649"]Livelli QEQ Tabella di riepilogo dei livelli EQF[/caption]

Link utili

Quadro europeo delle Qualifiche per l'apprendimento permanente – Dieci anni https://ec.europa.eu/ploteus/sites/eac-eqf/files/broch_it.pdf

Iscriviti alla newsletter Per rimanere aggiornato sui nostri corsi, eventi e media