Mercoledì 24 Aprile 2024

  • 609
  • 3 minuti
  • 5/3/2024

Come favorire la crescita professionale partendo dalle attitudini

Quando si parla di opportunità di sviluppo sul lavoro non si fa riferimento solamente all’acquisizione di competenze tecniche e capacità indispensabili per svolgere la propria mansione. Come sappiamo, infatti, anche le attitudini dell’individuo contribuiscono a definire il modo di lavorare, la capacità di relazionarsi agli altri e di crescere all'interno di un’impresa. A cura di Fabrizio Rotta, Amministratore & Founder di BEAUX e Very Personal Consulting.

La crescita professionale ha rilevanza crescente all’interno delle aziende. Secondo i dati emersi dalla Randstad Employer Brand Research, una ricerca condotta su un campione di oltre 6.500 italiani, la crescita professionale è punto focale per il 65% dei lavoratori e le realtà organizzative hanno il compito di offrire opportunità di carriera e piani di sviluppo strutturati, pensati per facilitare e promuovere la crescita professionale delle persone coinvolte.

Il percorso di crescita professionale, però, non dipende solo dallo sviluppo della persona in termini di competenze, ma anche da tutte quelle caratteristiche comportamentali che permettono di dare un contributo positivo agli altri e al contesto: le attitudini.

Il talent assessment: un contributo allo sviluppo professionale

Partendo da una piena consapevolezza delle attitudini, degli interessi individuali e delle potenzialità dell’individuo, è possibile fissare obiettivi professionali a lungo termine e definire piani d'azione. Oltre alle opportunità offerte dal contesto esterno, quindi, strutturare un percorso di sviluppo professionale in linea con la persona richiede una profonda conoscenza delle sue risorse e delle modalità di comportamento ricorrenti.

In questo processo, gli strumenti di valutazione delle attitudini e del potenziale aiutano chi ricopre il ruolo di HR a programmare percorsi di carriera coerenti e a orientare lo sviluppo delle persone all’interno della struttura aziendale verso ruoli e posizioni adatte.

L’utilizzo di assessment specifici, ha un duplice risvolto: da una parte, permette di “fotografare” le attitudini, i comportamenti, le motivazioni, le potenzialità e le modalità di interazione dell’individuo; dall’altra, consente alla persona stessa di acquisire una maggiore autoconsapevolezza per sviluppare, migliorare e ampliare i propri talenti, utilizzando al massimo il potenziale.

Le potenzialità del talent assessment

Tra le potenzialità che incoraggiano l’applicazione di questo strumento per intervenire sui percorsi di sviluppo professionale, troviamo:

  • la capacità di fornire dati qualitativi e oggettivi, a partire da: comportamento, idee e modalità d’interazione;
  • la trasversalità che ne consente molteplici utilizzi, come ad esempio nell'ambito della selezione/orientamento, della valutazione del potenziale, della formazione e dello sviluppo personale/professionale;
  • la riduzione del rischio di valutazioni soggettive, grazie all’oggettività dello strumento e alla formazione specifica posseduta da chi lo applica;
  • il valore formativo per la persona, grazie all’individuazione di punti di forza e aree di miglioramento e alla promozione dell'autoanalisi, dell'autovalutazione e dell'autosviluppo;
  • la possibilità di definire le esigenze formative e di sviluppo dell’individuo.

L’assessment fornisce una valutazione oggettiva riferita a comportamenti strettamente connessi al lavoro, facilitando la previsione del futuro rendimento e fornendo alla persona feedback dettagliati sulle sue attitudini e sui comportamenti.

In questo modo, le imprese possono valorizzare le loro risorse, guidandole e sostenendole in un percorso di crescita professionale capace di produrre un impatto positivo sia per le persone, riconosciute per le loro ambizioni, sia per il business aziendale, che godrà di risorse più motivate e focalizzate.

Conclusioni

Come abbiamo anticipato, lo sviluppo professionale non dipende solo dalla crescita della persona in termini di competenze. Individuare i talenti e le attitudini attraverso il talent assessment è quindi un valido modo per sostenere lo sviluppo del potenziale, nonché un sistema adatto a  facilitare la gestione, la conduzione e lo sviluppo delle risorse umane in azienda, al fine di implementare percorsi di crescita professionale davvero personalizzati.

Iscrizioni al Registro 2024

Fabrizio Rotta

Fabrizio Rotta

Amministratore & Founder di BEAUX e Very Personal Consulting

Scopri Asnor
Collabora con noi, scrivi per l'Orientamento banner articoli

Iscriviti alla newsletter Per rimanere aggiornato sui nostri corsi, eventi e media