Tutti conosciamo l’orientamento ma in pochi conoscono l’Orientatore: chi è?

No Comments
Tempo di lettura: 2 minuti

 

LOrientatore è quel professionista capace di accompagnare gli individui nel riconoscimento del proprio progetto formativo,  professionale e nella gestione di specifici momenti di cambiamento.

Il suo contributo dunque, favorirà prevalentemente gli studenti e/o i lavoratori che stiano vivendo una particolare fase di transizione in cui, optare per la giusta scelta, può fare la differenza tra il successo o l’insuccesso di una determinata azione.

 

Ambizioni, abilità, propensioni, motivazioni personali: il pane quotidiano dell’Orientatore

L’Orientatore svolge le proprie mansioni a favore di studenti che stiano vivendo delle fasi di passaggio caratterizzate dalla presenza di scelte, lavoratori che aspirino ad un cambiamento di lavoro, individui in cerca di occupazione o reinserimento nel mondo delle professioni.

Tale figura deve possedere quelle competenze professionali che gli restituiscano la possibilità di fornire assistenza e utili consigli volti all’individuazione delle scelte più idonee da portare a termine in relazione alle peculiari caratteristiche di ogni individuo: ambizioni, abilità, propensioni, motivazioni personali.

 

Quali sono le azioni che contraddistinguono il ruolo dell’Orientatore?

Questo professionista svolge attività volte all’accoglienza, alla consulenza informativa, alla gestione dei colloqui, al bilancio delle competenze. Svolge azioni di formazione orientativa tramite una chiara definizione del progetto personale e/o professionale, accompagnando l’individuo nella ricerca attiva e nell’inserimento nel mondo del lavoro.

Ogni percorso orientativo viene definito e condiviso con la persona in relazione alle esigenze individuali e ai vincoli dati dal contesto organizzativo in cui opera l’Orientatore stesso.

Ad ogni modo, quello dell’orientamento è un settore di attività in pieno sviluppo: in un mercato del lavoro dove la ricerca di opportunità di impiego e le scelte professionali sono sempre più complesse, è necessario il supporto di professionisti preparati e competenti.

L’orientamento, dunque,  riguarda sia l’educazione, quindi la scelta di percorsi di istruzione e formazione, sia l’educazione alle opportunità professionali, finalizzata alla conoscenza, anche diretta, del mondo del lavoro.

 

La Redazione