Lo Statuto di ASNOR definisce le linee guida per il conseguimento dei fini associativi: l’Associazione Nazionale Orientatori è una libera associazione professionale di categoria, la cui attività è indipendente da ogni confessione religiosa e da ideologie politiche e si propone di:

  • diffondere la cultura dell’orientamento, promuovendo la figura dell’operatore, inteso quale specialista dell’educazione;
  • permettere il pieno riconoscimento, promuovendone la regolamentazione, di tale ruolo professionale nell’ambito delle Amministrazioni pubbliche e private, stabilendo rapporti con Istituzioni, Enti, Università, Istituti, Associazioni e Organizzazioni sociali e culturali interessate alle tematiche del settore;
  • promuovere, coordinare, incentivare e svolgere attività scientifica e di ricerca per contribuire allo sviluppo professionale dell’orientatore e favorirne il perfezionamento tecnico e culturale;
  • promuovere e gestire un sistema strutturato di formazione e/o di perfezionamento continuo, anche per il personale della Scuola di ogni ordine e grado e Università;
  • promuovere ogni iniziativa atta a conseguire il riconoscimento dell’Associazione sia in ambito nazionale che internazionale, sia in ragione della normativa vigente che di quella emananda in conformità alle direttive comunitarie;
  • prendere parte al dibattito in atto in ambito comunitario, anche attraverso un’attiva partecipazione ad altre similari realtà associative internazionali, in modo da favorire un proficuo scambio di idee ed esperienze tra i diversi modelli organizzativi.

Scarica l’Atto Costitutivo e lo Statuto dell’Associazione Nazionale Orientatori

Il testo del presente Statuto è in fase di aggiornamento. Saranno apportate le sotto indicate modifiche, così come concordate con il Ministero dello Sviluppo Economico, per l’inserimento di ASNOR nell’elenco pubblicato sul portale del Ministero stesso, delle Associazioni Professionali non organizzate in Ordini e Collegi (Legge 4/2013):

  • Art. 4, comma 1, lettera a): sostituire la dicitura “la tenuta di specifici registri e di elenchi professionali” con “la tenuta del Registro Orientatori ASNOR”.
  • Art. 5, comma 2, lettera b), quarto punto: sostituire la dicitura “tutti gli iscritti al registro/elenco nazionale degli orientatori” con “tutti gli iscritti al Registro Orientatori ASNOR”.
  • Art. 7, comma 4, quarto punto: eliminare la dicitura “delle sezioni periferiche di appartenenza”.
  • Art. 8, comma 1, secondo punto, aggiungere la dicitura “ovvero, nell’ipotesi di Socio Fondatore, decadenza deliberata dal Consiglio Direttivo Nazionale a carico del socio che non partecipi, senza giusta causa, a due riunioni consecutive del Consiglio Direttivo Nazionale”.
  • Art. 10. Eliminare dal titolo la parola “Fondatori”.
  • Art. 10, comma 1, eliminare la parola “Fondatori”.
  • Art. 10, comma 2, eliminare la parola “Fondatore”.
  • Art. 10, comma 5, sostituire la dicitura “lettera raccomandata con avviso di ricevimento o a mano, notificata ai singoli soci al domicilio risultante nel libro degli associati e da loro ricevuta” con “comunicazione inviata per PEC”.
  • Art. 12, comma 2, sostituire “soci fondatori” con “soci designati dall’Assemblea dei soci”.
  • Art. 12, inserire il seguente comma 3: “I componenti del Consiglio Direttivo Nazionale restano in carica 5 anni. I componenti del Consiglio Direttivo Nazionale sono rieleggibili per un massimo 3 mandati consecutivi; tale regola entra in vigore con l’approvazione del presente statuto”.
  • Art. 12, eliminare l’attuale comma 4 che così recita: In sede di costituzione dell’Associazione, il Presidente, il Vice Presidente, il Tesoriere e il Segretario sono nominati dai Soci Fondatori.
  • Art. 12, comma 5, secondo punto, eliminare la parola “Fondatori”.
  • Art. 12, comma 12, eliminare la parola “Fondatori”.
  • Art. 12, comma 13, eliminare la parola “Fondatori”.
  • Art. 13, comma 3, sostituire la dicitura “Il Presidente dura in carica 5 anni e può essere rieletto” con “Il Presidente dura in carica cinque anni. Può essere rieletto per massimo 3 mandati consecutivi; tale regola entra in vigore con l’approvazione del presente statuto”.

Si specifica, infine, che si sostituisce la dicitura “cariche direttive” con “cariche associative”, laddove necessario”.