Poster pubblicitari, origami e dislessia: quale nesso?

No Comments
Tempo di lettura: 2 minuti

 

Tra i disturbi dell’apprendimento, la dislessia risulta essere il più comune. Rende difficile lo svolgimento di compiti “semplici” quali la lettura e la scrittura e colpisce, in tutto il mondo, 1 bambino su 10. Per i soggetti che soffrono di questa condizione, le tecniche di apprendimento tradizionali non risultano essere le più idonee, al contrario, metodi tattili, visivi e spaziali risultano più appropriati.

A tal proposito Sydlexia, un’organizzazione che si occupa di innovativi programmi terapeutici e formativi nell’ambito della dislessia, si è affidata ad un’agenzia pubblicitaria (Impact BBDO di Dubai) per realizzare una campagna di awareness proprio dedicata alla tematica, in modo da sensibilizzare l’opinione pubblica sulle terapie per la dislessia e, allo stesso tempo, per promuovere i propri servizi.

L’agenzia pubblicitaria ha così deciso di sperimentare uno strumento che tutti conosciamo, semplice e allo stesso tempo incredibilmente efficace: una serie di poster pubblicitari totalmente indecifrabili e illeggibili sparsi per tutta la città in cui ha sede Sydlexia, Sydney.

Questo ha permesso, a chiunque si trovasse esposto alla pubblicità, di immedesimarsi nelle difficoltà provate da bambini e adulti che soffrono di dislessia e, allo stesso tempo, ha donato la piacevole sensazione di provare una nuova e diversa forma di apprendimento. Infatti, una piccola didascalia presente sul poster invitava a visitare il sito di Sydlexia per scoprire cosa c’era scritto.

I visitatori del sito, accedendovi, avrebbero trovato dei file pdf contenenti i poster da stampare e dei video tutorial per spiegare con che sequenza piegarli.

Facendo uso della tecnica dell’origami, che stimola tatto e vista, le forme si trasformano in cose e le cose in parole. I poster allora diventavano volpi, cani, conigli, dinosauri! E finalmente si riesce a leggere cosa c’era scritto su quei cartelloni pubblicitari e… le parole prendono vita. Ognuno dei 4 poster ha vinto un Leone di Bronzo al Festival della creatività di Cannes 2017.

Questa campagna con la pubblicità tutta da piegare ha permesso a tutti di immedesimarsi in ciò che vive ogni giorno una persona dislessica, dando grande visibilità alla tematica.

 

La Redazione