Meditazione mindfulness: in Inghilterra rientra nel piano didattico

No Comments
Tempo di lettura: 2 minuti

 

Gli studenti di circa 370 scuole inglesi inizieranno a praticare la mindfulness come parte di un progetto di studio volto a migliorare il benessere psicologico dei giovani. Ad annunciarlo il Governo britannico che prevede di portare avanti il progetto fino al 2021.

L’iniziativa nasce come conseguenza dei dati allarmanti risultanti da un sondaggio promosso dal Servizio Sanitario Nazionale che ha rilevato come una persona su otto in Inghilterra, di età compresa tra i 5 e i 19 anni, soffrisse di almeno un disturbo mentale al momento della valutazione (avvenuta nel 2017). Disturbi come l’ansia e la depressione sono stati i più comuni, soprattutto nelle ragazze.

 

Mindfulness: l’importanza del respiro e dell’attenzione al momento presente

Sono molti dunque gli istituti scolastici che si stanno preparando per ampliare la loro proposta didattica inserendo nella programmazione questa materia molto particolare, ovvero la pratica di meditazione che si basa sul respiro e sull’attenzione al momento presente, a ciò che si sta vivendo in quel preciso istante.

Ormai troppo spesso si sente parlare dei problemi di varia natura che, quotidianamente, gli studenti si trovano ad affrontare tra le mura scolastiche e, grazie a questa iniziativa introdotta in un gran numero di scuole britanniche, gli insegnanti potranno essere supportati da esperti in grado di fornire quelle conoscenze e pratiche utili all’apprendimento e all’arricchimento intellettuale degli studenti e importanti anche per la prevenzione di eventuali problemi di natura psichica.

 

Dobbiamo aiutare i giovani a non farsi sopraffare da una realtà che li mette sotto costante pressione

A giovare del contributo degli esperti saranno però in primo luogo gli alunni delle scuole aderenti all’iniziativa, i quali saranno messi nella condizione di apprendere esercizi di rilassamento e respirazione e altre tecniche innovative da mettere in pratica per imparare a riconoscere e gestire le proprie emozioni.

Obiettivo del progetto, realizzato grazie alla collaborazione con l’Anna Freud Centre, è studiare i tipi di approccio più utili al sostegno della salute e del benessere mentale dei più giovani, alle prese con un mondo in rapida evoluzione e metamorfosi, in cui sono particolarmente esposti.

 

La Redazione