Alternanza Scuola-Lavoro: 40,6% di possibilità in più di trovare un’occupazione futura

No Comments
Tempo di lettura: 2 minuti

 

Anche quest’anno è stato promosso da Unioncamere e dalle Camere di Commercio del territorio italiano il Premio “Storie di Alternanza” pensato per valorizzare e premiare i migliori progetti di Alternanza Scuola-Lavoro (ASL) portati a termine dagli studenti di scuola superiore.

Obiettivo quello di promuovere la virtuosa collaborazione tra gli Istituti Scolastici e le aziende e organizzazioni che hanno permesso agli studenti di fare esperienza di ASL. Tutte le scuole potranno gareggiare per ottenere il Premio, e potranno farlo inviando un video-racconto relativo all’esperienza di Alternanza portato a termine.

In una prima fase vi sarà una selezione locale gestita dalle Camere di Commercio aderenti, e successivamente una selezione nazionale a cui seguirà la premiazione (5.000 euro il valore complessivo del Premio).

 

L’importanza di trasmettere ai giovani studenti quelle competenze professionali richieste dalle aziende

I dati risultanti da una recente indagine, Rapporto 2019 sulla Condizione occupazionale e formativa dei diplomati di scuola secondaria di secondo grado, promossa da AlmaDiploma, hanno evidenziato come gli studenti diplomati che abbiano portato a termine un percorso di ASL hanno il 40,6% di possibilità occupazionali in più rispetto a coloro i quali non lo hanno fatto.

Risulta fondamentale, grazie a queste esperienze di ASL, trasmettere ai giovani studenti quelle competenze professionali richieste dalle aziende, utili a ridurre la distanza che intercorre tra il sistema di formazione scolastico e le effettive abilità e capacità richieste nel mondo del lavoro, per dare la possibilità ai nostri studenti di accrescere le possibilità occupazionali future.

Questo strumento, se utilizzato coerentemente al tipo di risultato che si vuole ottenere, ovvero una reale formazione professionale degli studenti finalizzata all’accrescimento delle loro competenze, risulta essere una valida opzione per introdurre, consapevolmente, i giovani nel mondo del lavoro.

 

In conclusione

Per accrescere l’utilità e validità dell’Alternanza Scuola-Lavoro risulta probabilmente molto utile condividere le esperienze di valore svolte durante i progetti di ASL, per dare rinnovata importanza allo strumento e fornire esempi pratici di avvenuto possesso di nuove competenze spendibili in un futuro lavorativo.

 

La Redazione