Sostegno Infanzia e Primaria: domanda di trasferimento

No Comments
Tempo di lettura: 2 minuti

 

Gli articoli 24 e 25 del Contratto Collettivo Nazionale Integrativo (CCNI) riportano i titoli necessari che gli insegnanti della scuola dell’Infanzia e Primaria devono possedere per partecipare alla mobilità per posti in scuole speciali, a indirizzo didattico differenziato o per posti di sostegno. 

 

La domanda di trasferimento

Il docente con idoneo titolo di specializzazione può effettuare domanda di trasferimento specificando un ordine di preferenza in merito al tipo di posto richiesto: sostegno, comune e di sostegno, speciale e di sostegno o solo speciale.

Qualora il docente non indicasse alcuna preferenza all’interno della domanda, il trasferimento sarà effettuato solo per la tipologia di posto di titolarità.

Nel caso in cui, ancora, venissero riscontrati dei dubbi circa la compilazione dell’ordine preferenziale indicato dal richiedente, anche in questo caso il trasferimento sarà effettuato solo per la medesima tipologia di posto di titolarità.

 

Verifica e valutazione delle domande

Qualora il docente abbia fatto domanda per più tipologie di posto, la valutazione di essa avverrà rispettando l’ordine di preferenza che l’insegnante ha riportato nel modulo. Quanto affermato vale sia per la scuola dell’Infanzia che per quella Primaria.

 

Tipologie di domande: preferenza sintetica o analitica

La prima distinzione da fare riguarda proprio il tipo di preferenza indicato nella domanda. Il docente, infatti, ha la possibilità di riportare “preferenze sintetiche” grazie alle quali si evincerà il distretto, il comune o la provincia per cui si fa domanda, oppure “preferenze analitiche” che si riferiscono a singole scuole indicate dal docente, o anche entrambe. La valutazione delle domande sarà differente e si baserà sul tipo di preferenza indicata.

Per quanto riguarda il primo tipo di preferenza descritto, si prenderà in considerazione l’ordine indicato dal docente nella domanda e si farà riferimento a tutte le scuole presenti nella preferenza sintetica riportata.

Per le preferenze analitiche, invece, saranno analizzate le varie tipologie di posto richieste, sempre tenendo conto dell’ordine di gradimento presente nella domanda, disponibili nella scuola.

Le diverse tipologie di sostegno saranno prese in considerazione solo nel caso in cui l’interessato abbia riportato nella domanda il possesso dei prescritti titoli di specializzazione.

 

La Redazione