Pubblicato il DECRETO relativo al Concorso straordinario DOCENTI per la SCUOLA dell’infanzia e primaria

Tempo di lettura: 1 minuto

Il concorso, gestito a livello regionale, si articolerà in una prova orale non selettiva e nella valutazione dei titoli posseduti.

In attesa del bando contenente le indicazioni sulle domande e le tempistiche per presentarle, andiamo a comprendere quali siano i requisiti richiesti per la partecipazione.

Per i posti comuni, possono partecipare al concorso i possessori di diploma magistralediploma sperimentale a indirizzo linguistico, conseguiti presso gli istituti magistrali o possessori di titolo di abilitazione conseguito all’estero e riconosciuto in Italia. Potranno partecipare inoltre i laureati in Scienze della Formazione Primaria che abbiano svolto nel corso degli ultimi otto anni scolastici,  almeno due anni di servizio specifico nella scuola dell’infanzia o primaria.

Per i posti di sostegno, oltre i requisiti necessari ad accedere ai posti comuni, viene richiesto il possesso del titolo specifico di specializzazione sul sostegno o, anche in questo caso, di un titolo di specializzazione conseguito all’estero e riconosciuto in Italia.

Saranno ammessi con riserva coloro i quali abbiano conseguito all’estero i titoli richiesti e siano dunque in attesa di un riconoscimento da parte del MIUR e coloro i quali conseguiranno il titolo specifico entro il 1°dicembre.

Essendo bandito a livello regionale, i candidati potranno presentare domanda in una sola regione e la domanda sarà unica anche nel caso in cui si voglia concorrere per più procedure.

Come precedentemente accennato, sarà prevista una prova orale in cui bisognerà progettare e proporre un’attività didattica completa di scelte metodologiche e pratiche concernenti anche l’uso delle Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione. Contemporaneamente sarà verificata la conoscenza della lingua straniera del candidato.

La commissione avrà a disposizione una griglia nazionale di valutazione della prova e potrà assegnare al massimo 30 punti per la prova orale e 70 punti per il servizio.

La Redazione