vet

Erasmus+ KA2 Strategic Partnership VET
Project no. 2014-1-IT01-KA202-002487

Confermando la propria propensione all’internazionalizzazione delle attività e dei rapporti, ASNOR sta partecipando ad un programma Europeo no. 2014-1-IT01-KA202-002487 finalizzato alla realizzazione di una piattaforma Open a disposizione di tutti coloro che vogliano intraprendere un’attività aziendale ed abbiamo bisogno di sostegno nella impegnativa fase iniziale di start-up.

Il progetto si concluderà nell’agosto 2016. Dopo i primi 2 incontri avvenuti a Potenza e a Malta, i referenti ASNOR saranno ospiti presso l’Università di Wolverhampton, in Inghilterra, dal 4 al 10 ottobre prossimo.

Ecco i partner:

  • Euro-Net, agenzia specializzata nella progettazione e nella collaborazione comunitaria (ITA)
  • University of Wolverhampton (UK)
  • Asociacion De Servicios A Las Empresas Y Actividades Diversas De Madrid (ES)
  • Erhvervs Akademi Sydvest (DN)
  • Tr-Associates Ltd (MT)

Si lavora per produrre un MOOC (Massive Open Course online) per le start-up, con video animati in 3 moduli sulla mentalità e le competenze necessarie per avviare un’impresa. Vogliamo dare vita ad un vero e proprio profilo di “Esperto europeo per il supporto alle start-up “, basato sul sistema ECVET, riconosciuto e convalidato da uno specifico protocollo d’intesa.

Sarà realizzato un sito con un database di tutti i materiali di progetto, in inglese, italiano, spagnolo, danese e maltese e una piattaforma telematica di ultima generazione con le istruzioni per diventare perfetti star-upper!

Pubblicheremo in questa sezione tutte le novità che ci accompagneranno fino alla realizzazione di tutti gli obiettivi.

L’orientamento, quale attività istituzionale delle scuole di ogni ordine e grado, costituisce parte integrante dei curricoli di studio e, più in generale, del processo educativo e formativo.
Direttiva Ministeriale n. 487 del 6.10.97

La scuola moderna deve organizzarsi e operare affinché ogni azione sia potenzialmente idonea ad attivare quel fondamentale processo di graduale crescita personale dello studente, riguardante la conoscenza di sé e lo sviluppo della propria capacità progettuale e di giudizio.

Con il patrocinio della Presidenza del Consiglio Regionale della Puglia e la collaborazione dell’Ufficio Scolastico della Puglia, ASNOR ha avviato il progetto OrientaScuola per supportare i Docenti in questo delicato ambito, con l’obiettivo di formare un vero e proprio Team per l’Orientamento, organizzato all’interno di ogni Istituto aderente, per consentire a studenti, docenti e familiari di accedere ad un servizio di Orientamento strutturato e sempre disponibile.

Scarica il Decreto del Patrocinio | Scarica il Protocollo d’Intesa con l’USR Regionale

Gli Istituti aderenti entrano a far parte della rete nazionale dei Centri di Orientamento, che fanno direttamente capo ad ASNOR e operano condividendo le migliori pratiche attivate nel circuito.

I Dirigenti Scolastici e i Docenti iscritti al Registro Orientatori ASNOR possono richiedere di attivare, all’interno del proprio Istituto, un Centro in cui espletare pienamente un’azione mirata di accompagnamento e sostegno orientativo dello studente.

L’Orientamento, infatti, acquisisce valore di componente strutturale del processo educativo quando, insegnando ad apprendere, riesce a far maturare nella persona un’effettiva capacità di discernimento e, quindi, di scelta. Perché ciò possa accadere in maniera sistematica, è necessario progettare e rendere disponibile un pacchetto di strumenti che consentano l’acquisizione di informazioni, conoscenze e riflessioni tali da contribuire concretamente alla trasformazione di ogni progetto personale in un obiettivo congruo e, quindi, immediatamente realizzabile.

Nel centro OrientaScuola, l’Orientatore lavora per elaborare tali pacchetti e offrire, quindi, agli studenti ogni strumento che possa concretamente concorrere alla comprensione di sé e alla messa a fuoco dei propri obiettivi.

banner_informa_e_orienta

I Comuni, tramite la loro articolata struttura di uffici organizzativi e URP, costituiscono un punto di riferimento fondamentale per i cittadini alla ricerca, sempre più frequente e necessaria, di informazioni, notizie e approfondimenti su temi fondamentali come studio, lavoro, educazione permanente, mobilità e turismo (viaggi e vacanze, studio e lavoro all’estero), tempo libero, vita sociale, salute.

In questi uffici, gli operatori rendono quotidianamente un importante servizio di accompagnamento e sostegno per chiunque si trovi a dover far scelte che normalmente incidono in maniera significativa su percorsi formativi, carriera lavorativa, vita sociale e benessere personale.

Riconoscendo l’alta valenza culturale di queste attività, l’Associazione intende coinvolgere tali strutture nel programma di diffusione e consolidamento di quel Sistema di Orientamento Integrato che, costituendo un rete capillarmente presente e riconoscibile su tutto il territorio nazionale, ha la finalità di garantire a tutti il diritto di usufruire di servizi consultivi di qualità ed efficaci.

Informa e Orienta è il programma pensato appositamente per supportare e promuovere le competenze di tutti i dipendenti comunali che, quotidianamente, offrono consulenza ai cittadini: vogliamo che loro stessi acquisiscano, prima di tutto, coscienza dell’importanza e della rilevanza culturale del proprio ruolo: le competenze nell’ambito dell’orientamento devono costituire parte fondamentale del loro bagaglio professionale. Il servizio, invece, allineato agli elevati standard previsti dal Sistema di Orientamento Integrato, deve costituire una risorsa effettiva e sempre a disposizione delle persone.

L’Orientamento costituisce un fattore determinante per la definitiva ed auspicata attivazione di importanti principi, promossi già a livello governativo, come la comunicazione pubblica e la cittadinanza attiva.

banner_laboratoriomiur_sidebar_right_2

ORIENTALAB è il primo laboratorio permanente di ricerca ed intervento sulle politiche e sulle attività di orientamento, scelta e guida alla consapevolezza della persona, organizzato in sinergia dall’Associazione Nazionale Orientatori e dal mondo Aziendale.

I grandi spazi e le infinite distanze del nostro mondo sono state, da sempre, barriere spesso insormontabili che hanno ostacolato e rallentato l’uomo nella sua mobilità, nelle sue relazioni e nelle sue comunicazioni. Ma oggi, dopo che si è avverata la profezia del “villaggio globale” (M. McLuhan), siamo immersi in una società “ravvicinata” e, per di più, caratterizzata da una dimensione in perenne divenire che fagocita ogni ambito del nostro vivere quotidiano, da quello personale a quello sociale e professionale.

Globalizzazione, new economy, apertura dei mercati internazionale, internet sono alcuni degli elementi caratterizzanti l’attuale società, propriamente detta dell’informazione e della conoscenza. Anche il lavoro subisce trasformazioni radicali: per lavorare oggi diventano essenziali nuovi saperi, nuove competenze, nuove disposizione psicologiche, nuovi atteggiamenti, nuovi modi di essere; sono caratteristiche oramai indispensabili anche nella vita sociale e di relazione di tutti noi.

Il rischio di rimanere disorientati è forte: di fronte a questo galoppante e mutevole scenario esistenziale, è facile veder venir meno punti fermi e rincorrere il nuovo, patendo il cambiamento e facendosi manipolare da chi detiene il nuovo sapere.

L’Orientamento, inteso come pratica continua e mai acquisita, consente a ciascuno di noi di essere sempre consapevole del proprio essere e di non subire passivamente ciò che lo circonda, tramite la pratica, piuttosto, ci trasformiamo in soggetti critici e progettanti, capaci di partecipare in modo autentico e libero all’incontro/scontro con la società e gli altri.

Il compito, certo, non è semplice. L’attività degli orientatori è complessa e articolata; per questo è indispensabile organizzare un sistema organico e standardizzato a livello nazionale (così come avviene nelle più evolute società occidentali) che acquisisca spessore scientifico ed etico, legittimità, rilevanza sociale e valenza di tipo preventivo.

Appare indispensabile, in questo senso, creare un nuovo spazio di ricerca dedicato esclusivamente all’Orientamento, che vada a ri-pensare alla teoria e alla pratica della consulenza alle persone, non solo in una logica top-down, ma soprattutto in quella bottom-up, dove l’analisi della pratica porti a nuove riflessioni teoriche ed ad un rigore metodologico con un carattere prettamente scientifico.

È per questo che l’Associazione Nazionale Orientatori, ha realizzato ORIENTALAB, il laboratorio di ricerca e sviluppo dedicato esclusivamente alla cultura dell’Orientamento e del supporto alla persona.

ORIENTALAB

  • analizza la situazione esistente, non solo a livello nazionale ma in una logica di studi comparati, per creare una road map dell’Orientamento;
  • definisce concretamente l’identità di ruolo dell’Orientatore (abilità, conoscenze e competenze);
  • individua criteri di valutazione dell’efficacia dei programmi di formazione in materia di Orientamento;
  • elabora proposte di direttive e buone prassi da contrapporre alla situazione di anomia vigente;
  • cerca un possibile iter condiviso e condivisibile di riconoscimento, accreditamento e certificazione della professione;
  • concorre alla rilevazione, all’approfondimento e alla diffusione delle ragioni scientifiche, culturali e sociali che giustificano la necessità dell’Orientamento;
  • si pone come ambiente organizzato per l’approfondimento degli studi specifici e per lo sviluppo di progetti e sperimentazioni in campo di orientamento;
  • si pone come servizio per gli studenti ed i ricercatori delle altre Università che intendono contribuire alla ricerca teorica e pratica sull’Orientamento;
  • mette a punto strumenti e protocolli di valutazione e monitoraggio dei processi di orientamento;
  • progetta percorsi formativi che assicurino ai professionisti il necessario aggiornamento e approfondimento di competenze e conoscenze specifiche;
  • pubblica articoli e notizie in materia di Orientamento.