Le lauree migliori per lavorare: sicurezza informatica, difesa e automazione

Tempo di lettura: 2 minuti

L’ultimo rapporto di Almalaurea sul rapporto tra università e mondo del lavoro conferma l’opinione comune: le lauree dell’area STEM (Scienza, Tecnologia, Ingegneria e Matematica) sono le migliori per trovare lavoro. I più richiesti sono i laureati in sicurezza informatica, scienze della difesa e ingegneria dell’automazione. A loro vanno contratti migliori e stipendi più alti.

 

Orientamento universitario e professionale: il primato delle lauree STEM

La diffusa convinzione che le lauree “scientifiche” aprano migliori opportunità di lavoro è sempre più confermata dai dati. Lo ribadisce anche l’ultimo studio di Almalaurea, che sottolinea come le performance migliori dal punto di vista occupazionali le abbiano i laureati dei cosiddetti corsi STEM, ovvero scienza, tecnologia, ingegneria e matematica. Chi sceglie questi percorsi di studio, infatti, si laurea ad un’età in linea con quella degli studenti di altre facoltà ma entra nel mondo del lavoro molto prima e molto meglio.

Numeri alla mano, quasi il 90% degli STEM trova un’occupazione entro cinque anni dalla magistrale. E si tratta anche di posti prevalentemente a tempo indeterminato (55%) e con una retribuzione media piuttosto alta (oltre i 1500 euro netti al mese).

 

Laureati STEMDalla laurea al lavoro il passo (a volte) è breve

Andando ancora di più nello specifico, è possibile tracciare un vero e proprio “podio” delle lauree più efficaci al momento della ricerca di un impiego. La testa della classifica è occupata, quasi a parimerito da sicurezza informatica, scienza della difesa e della sicurezza e ingegneria dell’automazione.

Sicurezza informatica

Per i laureati in sicurezza informatica i dati Almalaurea sono più che incoraggianti. Tutti quelli che hanno conseguito il diploma nel 2017, infatti, hanno ora un posto di lavoro in linea con i loro studi, e nell’80% dei casi si tratta di un contratto a tempo indeterminato. Ottima anche la retribuzione, che oscilla intorno ai 1800 euro mensili.

Scienze della Difesa e della Sicurezza

Nel caso dei laureati in scienze della difesa e della sicurezza il tasso di impiego a tre anni della laurea è leggermente più basso rispetto agli informatici, ma pur sempre su livelli impensabili per altri studenti: 96%. In questo settore, però, a brillare particolarmente sono le retribuzioni, che si attestano sui 1900 euro netti al mese.

Ingegneria dell’automazione

Sul terzo gradino del podio ci finiscono i neolaureati in ingegneria dell’automazione. Anche nel loro caso la percentuale di impiego a tre anni dalla laurea è del 96%, mentre lo stipendio medio è di 1700 euro al mese, leggermente inferiore alle altre due categorie ma comunque molto significativo.