Graduatorie d’istituto per docenti di III fascia

No Comments
Tempo di lettura: 2 minuti

 

La Legge 107/2015 al comma 1 art. 107, secondo cui si prevede il blocco per nuovi inserimenti nella III fascia delle graduatorie d’istituto per l’assegnazione di supplenze, recita che: “A decorrere dall’anno scolastico 2016/17, l’inserimento nelle graduatorie di circolo e di istituto può avvenire esclusivamente a seguito del conseguimento del titolo di abilitazione”.

Ma una proroga del 30 dicembre 2016 pubblicata in Gazzetta Ufficiale applica nuovi termini alla legge sopracitata. Si evince infatti che : “il termine dell’anno scolastico 2016/17, previsto dall’art. 1 comma 107 della legge 107/2015, a partire dal quale si applica il divieto di inclusione nelle graduatorie di circolo e di istituto di candidati non in possesso di abilitazione all’insegnamento, è stato prorogato all’anno scolastico 2019/2020.

È ancora presto per dire se la normativa rimarrà invariata o subirà ulteriori modifiche. Qualora la normativa rimanesse immutata, risulterà impossibile effettuare nuovi inserimenti nella III fascia delle graduatorie di istituto nel triennio successivo a quello in vigore.

Intanto sarà bandito il concorso per la scuola secondaria di I e II grado e, coloro i quali parteciperanno acquisiranno l’abilitazione necessaria per la collocazione in seconda fascia delle graduatorie di istituto, il cui aggiornamento è regolarmente previsto.

Il concorso 2019 per la scuola secondaria, infatti, è abilitante e perciò chi supererà tutte le prove, acquisirà comunque l’abilitazione anche qualora non dovesse rientrare nel numero dei posti a disposizione e quindi non potrà essere assunto in ruolo.

L’assunto è che, nei prossimi anni, l’inserimento in III fascia non esisterà più in quanto i concorsi saranno regolarmente banditi e per le supplenze dovrebbero essere sufficienti le graduatorie di II fascia.

Secondo quanto riportato nella normativa, il blocco riguarderà solo i nuovi inserimenti, al contrario, i docenti che si sono inseriti fino al 2017 potranno aggiornare i loro punteggi o comunque confermare la loro presenza.

  

La Redazione