Docenti: accesso gratuito in musei e luoghi di cultura statali

No Comments
Tempo di lettura: 1 minuto

 

Il MIUR, tramite la nota n. 12045 del 20 marzo 2017ha specificato che per entrare gratuitamente in musei o nei luoghi di cultura statali gli insegnanti dovranno essere in possesso di uno specifico documento che certifichi il loro status di docenti di ruolo o con contratto a tempo determinato.

Con la presente nota sono state apportate delle modifiche all’art. 4 del Decreto n. 507 dell’11 dicembre 1997 in cui venivano specificate le norme per l’istituzione del biglietto d’ingresso in musei, gallerie, scavi di antichità, parchi e giardini monumentali.

Pertanto, gli insegnanti di ruolo e quelli con contratto a termine, potranno accedere gratuitamente ai siti e luoghi culturali tramite uno specifico modello che dovrà essere rilasciato al docente dall’Istituzione scolastica in cui si è in servizio.

 

Il MIUR ha proposto un percorso agevolato per garantire la gratuità dell’accesso ai docenti

Il modelloreso disponibile dal MIUR, consiste in una certificazione della condizione di docente di ruolo o con contratto a tempo determinato e dal rilascio a cura della scuola dove il docente presta servizio.

I Dirigenti scolastici saranno tenuti, come precedentemente accennato, a compilare e rilasciare il modello di attestazione al personale in servizio presso le rispettive Istituzioni scolastiche. Saranno tenuti inoltre a specificare, in caso di contratto a tempo determinato, la data di inizio e di fine del contratto.

Qualora il docente prestasse servizio in più scuole, occorrerà richiedere il modulo presso l’Istituzione scolastica in cui il docente presta servizio il maggior numero di ore.

Di volta in volta, il modello dovrà essere esibito dai docenti alle biglietterie dei musei e dei siti unitamente ad un valido documento di identificazione.

L’ingresso è gratuito solamente per i musei e i complessi monumentali di proprietà dello Stato, sono dunque esclusi beni di proprietà comunale o provinciale.

 

La Redazione