Diventa ciò che sei: spinta motivazionale e Orientamento

Tempo di lettura: 2 minuti

Tutto comincia nell’entusiasmo … e finisce nell’organizzazione” E. Herriot

L’Orientamento scolastico e professionale è un servizio di sostegno alla persona che ha bisogno di definire la direzione delle proprie scelte di studio e di lavoro.

Quest’epoca è dominata dai media digitali, che oltre a favorire una costante e attiva connessione tra persone, ambienti e organizzazioni, ipertrofizza il senso della vista a scapito degli altri sensi. Prima di “ascoltare le proprie propensioni”, ci si lascia condizionare dai molteplici stimoli esterni, privilegiando ciò che è fuori di sé rispetto a ciò che è dentro.

La tendenza è quella di orientare le proprie scelte sulla base della moda del momento, rincorrendo obiettivi che potrebbero non rispecchiare il reale percorso evolutivo e formativo della persona – dunque dopo una iniziale spinta all’azione, ci si può ritrovare senza energie a percorrere una strada che è stata vincente per altri.
Uno sforzo conduce a risultati soddisfacenti solo se è compiuto con gioia: è importante che la persona impari a conoscere i propri processi interiori, per comprendere quali attività possano valorizzare la sua unicità.

La motivazione intrinseca si percepisce a livello corporeo come piacere. È la sensazione positiva che si prova nello svolgere una certa attività, quindi permette di sviluppare autostima, curiosità e passione. Inoltre stimola un sano spirito di ricerca e alimenta un senso di gratificazione.

Senza una consapevole motivazione intrinseca, la motivazione estrinseca si attiva unicamente per raggiungere un determinato obiettivo oppure per evitare una certa situazione: così la persona “si accelera”e rinuncia all’autoascolto, quindi agisce in una condizione di stanchezza mentale e fisica.

Compito dell’orientatore è sostenere la persona nell’esplorare la propria motivazione intrinseca, per poi integrarla con le motivazioni estrinseche ad essa connesse, che a questo punto risulteranno sempre rigenerate perché radicate a una solida leva interna.

Stando in questo approccio olistico, l’Orientatore è una figura professionale in costante e dinamica collaborazione con altri professionisti come psicologi e counsellor, che operano con la finalità comune di far emergere dalla persona le sue caratteristiche più autentiche, nonché integrarle nel complesso e mutevole tessuto sociale in forma di scelte scolastiche e lavorative funzionali al suo benessere psicofisico.

Diventare ciò che si è” è la sfida cui le nuove generazioni di professionisti e giovani studenti sono chiamati a rispondere, affinché l’epoca digitale sia vissuta come concreta potenzialità per lo sviluppo di talenti specializzati, e non come frammentazione di interessi ed energie.

La Redazione