Al via un nuovo Concorso per Ispettori Scolastici

No Comments
Tempo di lettura: 1 minuto

 

Nel maxi emendamento promosso dai relatori del decreto semplificazione, è previsto il bando per un concorso per ricoprire il ruolo di Ispettore Scolastico.

L’Ispettore Scolastico, o Dirigente Tecnico, è quella figura professionale che si occupa di svolgere una funzione ispettiva all’interno degli istituti. Tale figura professionale deve essere in possesso di quegli strumenti conoscitivi e valutativi utili all’analisi delle attività scolastiche e all’eventuale miglioramento di esse.

 

Cinquanta nuovi posti per Ispettori Scolastici

Secondo quanto riportato all’interno del testo dell’emendamento, il Miur è autorizzato a bandire un concorso pubblico, per titoli ed esami, per il reclutamento di cinquanta dirigenti tecnici. Si tratta di un potenziamento che punta soprattutto al funzione ispettiva di queste figure professionali.

 

Chi potrà partecipare al concorso?

Il nuovo bando è imminente e le procedure saranno finalizzate all’assunzione di nuovi Ispettori Scolastici per coprire i 50 posti messi a concorso.

Diventare membro del personale ispettivo tecnico è possibile mediante la partecipazione ad appositi concorsi per Dirigenti Tecnici o Ispettori scolastici banditi dal Miur a cui, se saranno riconfermati i requisiti stabiliti dal precedente concorso, potranno partecipare i seguenti profili:

 

  1. diploma di laurea o laurea specialistica, attualmente laurea magistrale o, limitatamente al settore artistico, diploma accademico di II livello rilasciato dalle Istituzioni di cui all’ 2 della legge n. 508/1999
  2. trovarsi in una della seguenti posizioni:
  • per il contingente relativo alla Scuola dell’Infanzia e Primaria: dirigente scolastico oppure docente con un’anzianità complessiva di effettivo servizio di ruolo di almeno nove anni nelle scuole dell’infanzia e/o primarie;
  • per il contingente relativo alla Scuola Secondaria di I e II grado: dirigente scolastico oppure docente con un’anzianità complessiva di effettivo servizio di ruolo di almeno nove anni nelle scuole secondarie di I e/o II grado.

 

Trattandosi di un emendamento, potranno essere apportate successive modifiche.

 

La Redazione